testata ADUC
info rimborso retta asilo
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
11 luglio 2020 0:00
 
buongiorno, giorni fa l'asilo (privato) di mio figlio, che è stato chiuso in questi mesi come tutti gli altri, ha "brillantemente" (ovviamente in tono ironico) risolto il problema dei rimborsi delle rate pagate in tale modo:
"Il rimborso relativo alle rette corrisposte sarà conteggiato sulla base della differenza tra retta versata e bonus nido richiesto. Questo andrà sottratto un contributo per le spese di struttura che per l’intero periodo di chiusura abbiamo simbolicamente definito in € 100 a bambino.
Questo vuol dire che l’unico costo reale sostenuto da ogni singola famiglia per questo periodo si ridurrà ai soli 100€".
Continuando nelle comunicazioni, approfondiscono il concetto riportando quanto segue: "per i mesi di marzo-aprile-maggio-giugno e luglio, abbiamo applicato una retta mensile pari all'importo del bonus nido. Quindi l’importo totale per ogni iscritto sarà il valore del bonus x 5 mensilità + i 100€." Non contenti di appropriarsi indebitamente di strumenti a sostegno del reddito DELLE FAMIGLIE, continuano a riportare quanto si presenta di seguito: "Nel caso in cui la famiglia decidesse per qualsiasi motivo di non voler chiedere il bonus nido, l’importo che verrà imputato come bonus sarà quello di €272,72 per ognuna delle 5 mensilità. A questo importo si aggiungeranno i 100€." A me sembra assurdo che non solo la scuola non voglia erogare voucher o rimborsi per mancate prestazioni (è questo in effetti il rischio di impresa che i commercianti accettano di assumersi) ma si voglia anche appropriare di strumenti a sostegno DELLE FAMIGLIE e non degli asili.
aspetto vostri consigli sul da farsi,
Saluti
Luca (MI)

Risposta:
qui trova le indicazioni per il nostro consiglio: https://www.aduc.it/comunicato/coronavirus+palestre+che+riaprono+rimborsi_31225.php
 
 
LETTERE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori