testata ADUC
Cessione abbonamento palestra
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
14 novembre 2020 0:00
 
Gentilissimi, a settembre 2019 ho preso un abbonamento in cessione da una frequentatrice della palestra Tonic. L’abbonamento è ora a mio nome ma, il contratto con la finanziaria e la carta di credito agganciata, sono della vecchia proprietaria. L’abbonamento era da 99€ al mese, io ne pago a lei 50 (non so il perché di questa cifra) ho scritto una mail alla palestra chiedendo di poter chiudere l’abbonamento in quanto i termini e le condizioni contrattuali con i quali mi ero iscritta sono per ovvie ragioni cambiate: me lo hanno negato. Il contratto scade nel 2023 e sembra non esserci via d’uscita. Mi chiedevo: essendo che tutta la parte di debito economico non è a nome mio e che non c’è la mia carta di credito agganciata, posto che mi negheranno anche di poter rescindere dalla cessione, come posso fare a svincolarmi? Esiste una modalità o devo pagare in eterno? Grazie molte, cordiali saluti
Sara, dalla provincia di MI

Risposta:
crediamo che lei non possa trattare con la palestra, ma lo debba fare la persona titolare del contratto. Le sue richieste, in linea di massima, sembrano giuste. Qui la situazione e i nostri consigli: https://www.aduc.it/comunicato/coronavirus+palestre+che+riaprono+rimborsi_31225.php
 
 
LETTERE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori