testata ADUC
Abbonamento palestra
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
7 luglio 2020 0:00
 
Buongiorno, il 25 maggio hanno riaperto la mia palestra, ovviamente con prenotazione telefonica e limitazioni del caso.
Io lavoro in smart working e, essendomi spostata in campagna con la bimba, siccome con lo smart si può lavorare anche in un altro indirizzo oltre che la propria abitazione, io fino a settembre non posso ritornare in palestra.
Contattandoli, mi hanno detto che i pagamenti sono ripartiti (RID bancario) e l'abbonamento prosegue anche se ritorno a settembre. Io non posso recedere al contratto e bloccare il RID? Ho detto che siccome le condizioni contrattuali sono cambiate io avrei sospeso i pagamenti ma mi hanno detto che io posso andare quando voglio come prima e che la prenotazione è un pro forma. Il problema e che le mie condizioni lavorative sono cambiate ma non e un loro problema ma bensì mio.
Barbara, dalla provincia di TO

Risposta:
la risoluzione contrattuale è ammessa per inadempienza del gestore o per aver modificato gli orari di ingresso o nei confronti del protocollo di igiene imposto all'attivita' dalle normative anticovid su distanziamento e sulla ventilazione dei locali.
Qui le informazioni del caso: https://www.aduc.it/comunicato/coronavirus+palestre+che+riaprono+rimborsi_31225.php
 
 
LETTERE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori