testata ADUC
Contributo RSA
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
16 settembre 2022 0:00
 
Buongiorno,
Volevo chiedere che strade abbiamo per richiedere un aiuto economico per la nonna ricoverata in RSA.
La nonna ha 101 anni; non ha marito e l'unico figlio è deceduto. Siamo rimasti io come nipote e mia mamma che è la nuora
La nonna già percepisce pensione da lavoro + invalidità/accompagnamento ma il totale mensile 1500€ è cmq distante dai 2500€ della retta mensile della RSA.
RSA che abbiamo scelto per comodità/vicinanza. da Milano avremmo potuto ricoverarla ad Asti e saremmo andati fuori budget forse di 100€. ma poi chi andava ad Asti a trovarla?
Avevo contattato i servizi sociali del comune di Milano che mi hanno fatto fare l'ISEE socio sanitario residenziale (risultato essere sotto ai 10.000€ e mi hanno fatto preparare tutta una serie di documenti inutilmente. Ieri, a pochi giorni dall'appuntamento con loro, mi hanno chiamato per chiedermi dove era ricoverata la nonna e dirmi che la struttura non era convenzionata col comune di Milano e quindi non potevano aiutarmi a meno che non facevo domando di spostamento della nonna in struttura convenzionata. Lei capisce che una donna di 101 anni che però è lucida di testa, mangia da sola senza aiuti.... già è stato difficile farle digerire di entrare; ora si è ambientata e fatto amicizia e tante persone vicine che la vanno a trovare. Spostarla di nuovo risulterebbe una sofferenza che non voglio farle affrontare.
Secondo lei chi ci può aiutare? I servizi sociali del comune di Milano non hanno lasciato aperte altre strade percorribili.
Alberto, dalla provincia di MI

Risposta:
Da quanto ci dice si tratta di struttura privata, mentre l’inserimento tramite i servizi sociali (che è l’iter che avete seguito) prevede l’inserimento in una struttura che sia convenzionata, come le hanno spiegato.
 
 
LETTERE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS