testata ADUC
Trasporto aereo e norme assurde da cambiare. La lezione delle staminali per il trapianto di trachea
Scarica e stampa il PDF
Comunicato 
22 novembre 2008 0:00
 
Il primo impianto di trachea al mondo (1) ha rischiato di fallire per le regole Ue sui bagagli. Le cellule staminali necessarie all'intervento di Barcelona dovevano essere trasportate dalla Gran Bretagna con un volo della Easyjet. Ma la compagnia, ligia alle regole Ue, non ha ammesso il contenitore con le provette perche' superava la quantita' di liquido consentito. Come riferiscono i media britannici,  Martin Birchall dell'Universita' di Bristol e' riuscito appena poche ore prima dell'operazione a far partire un jet privato (costo 14.000 sterline = 16.600 euro), grazie a uno studente tedesco che ha contattato un amico pilota in Germania e l'ha convinto a trasportare il prezioso carico a Barcelona. Per un soffio non e' andata a monte un'operazione che aveva richiesto anni di lavoro.
Easyjet ha spiegato che non le era stato preventivamente chiesta l'autorizzazione per quel tipo di trasporto e che restituira' i soldi del volo prenotato.
Ovviamente la versione della compagnia Easyjet non convince e probabilmente e' fasulla, altrimenti, visto che sostiene che l'autorizzazione non fosse stata richiesta, per quale motivo si sarebbe fatta avanti per rimborsare il costo del volo rimediato in altro modo? Forse chi annulla un volo per propri problemi (come sarebbe nel nostro caso) non paga penali o non ci rimette tutto il costo del trasporto?
Ma, a parte il "pannicello caldo" della compagnia britannica, rimane lo scandalo di cio' che e' accaduto, cioe' di quelle regole antiterrorismo come la quantita' di liquido trasportabile (2), che sono ridicole e che, per esempio, negli Usa (Paese non certo morbido per queste norme) e' molto piu' discrezionale da parte dei servizi di controllo (3) e probabilmente non avrebbero causato cio' che e' accaduto nel nostro volo.
Ci auguriamo che questa sia occasione per riflettere e rendere piu' realistiche le norme vigenti in Europa, senza dover aspettare un prossimo caso Easyjet, magari senza i risvolti emergenziali positivi che abbiamo avuto questa volta.

 

 
(1) che, nel nostro Paese, ha avuto un notevole rilievo perche' opera di un medico italiano fuggito dal nostro Paese per mancanza di fondi alla ricerca:
clicca qui
(2) clicca qui
(3) clicca qui
 
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori