testata ADUC
Staminali. Dal dente agli spermatozoi
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Primo Mastrantoni
9 luglio 2008 0:00
 
Proseguono in tutto il mondo le ricerche scientifiche sull'utilizzazione delle cellule staminali, la nuova frontiera della medicina: sostituire un tessuto malato, per quanto possibile, con uno sano. Le ultime notizie vengono dal Brasile dove si stanno studiando rimedi alla sterilita' maschile. Da un dentino a un bambino, potrebbe essere il titolo per questa nuova ricerca ed e' questo l'ambizioso obiettivo di scienziati brasiliani che sono riusciti ad ottenere spermatozoi trapiantando cellule staminali umane, prese dalla polpa dentale, nei testicoli di topolini. Qui le staminali si sono trasformate in spermatozoi ma e' presto per dire se il metodo sia applicabile all'uomo. Il risultato, di Irina Kerkis dell'istituto Butantan di San Paolo, e' stato presentato alla conferenza annuale della European Society of Human Reproduction and Embryology in corso a Barcellona. L'idea potrebbe trovare applicazione nella sterilita' maschile, anche se questo studio e' del tutto preliminare e lontano dal dimostrare la fattibilita' del metodo sull'uomo. Gli scienziati hanno isolato cellule staminali da denti di bambini e le hanno trapiantate nei testicoli di topolini. Qui le cellule sono migrate nei tuboli dove normalmente si formano spermatozoi maturi. Poi nel giro di pochi giorni si sono trasformate in cellule somiglianti agli spermatozoi umani. In teoria se questo sistema fosse riproducibile con staminali prese dai denti di uomini adulti, si potrebbe pensare a un rimedio contro la sterilita' maschile, ma la ricerca e' a uno stadio molto preliminare.
Rimane il fatto che anche i Paesi che vengono ritenuti arretrati nella ricerca cercano di investire nei settori scientifici piu' promettenti. E in Italia? Quarto mondo!  
 
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori