testata ADUC
Ricovero rsa malato alzheimer
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
15 dicembre 2018 0:00
 
Salve, mio suocero è malato di Alzheimer e solo nell'ultimo mese si è aggravato a tal punto da diventare molto violento nei confronti di sua moglie che vive con lui.
Mia cognata stava cercando una clinica che lo potesse ospitare e ieri ci ha comunicato di averne trovato una.
Premetto che ho letto TUTTO quello che avete pubblicato sul vostro sito a riguardo e grazie a questo credo di essermi fatta un'idea abbastanza precisa degli step che bisognerebbe affrontare perchè la retta sia a completo carico del SSN, detto ciò, mia cognata ci ha detto invece che la clinica le ha spiegato che basta farlo ricoverare privatamente pagando noi la retta solo il I mese (in realtà solo la metà socio-assistenziale di 1600 euro) e nel frattempo fare richiesta alla ASL tramite il medico di base. Entro un mese la ASL darà il via libera e quindi a partire dal II mese non saremo più tenuti a pagare.
A me sembrava di aver capito che le cose dovessero andare diversamente e soprattutto che non è affatto scontato che la retta verrà sostenuta dal SSN e che anzi varia a seconda dello stadio della malattia, tuttavia il responsabile della clinica, stando a quanto descritto da mia cognata, li ha rassicurati dicendo che sicuramente otterremo il benestare della Asl. Il problema è che in settimana faranno ricoverare mio suocero e volevo sapere cosa dovrò aspettarmi.
Grazie
Antonella, dalla provincia di MO

Risposta:
lei ha ben compreso e anche a noi le indicazioni della clinica sembrano un pò semplicistiche e troppo ottimistiche. E' possibile che si tratti di un territorio e di una Asl particolarmente virtuosi, il che ci farebbe piacere, oppure che la clinica conti sul fatto che una volta entrato difficilmente farete marcia indietro.
 
 
LETTERE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori