testata ADUC
 MONDO - MONDO - Vaccini salvavita. Non per 20 milioni di bambini. UNICEF
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
16 luglio 2019 9:55
 
Sono 20 milioni i bambini in tutto il mondo - più di uno su 10 - che non hanno ricevuto le vaccinazioni salvavita contro il morbillo, la difterite e il tetano nel 2018. E' quanto emerge dai nuovi dati dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) e dell'Unicef. A livello globale, dal 2010, la copertura vaccinale con tre dosi di vaccino per difterite, tetano e pertosse (DTP3) e una dose di vaccino contro il morbillo si è arrestata intorno all'86%, si legge in un comunicato. Anche se è un dato elevato, non è sufficiente. È necessaria la copertura del 95% - a livello globale, in tutti i paesi e le comunità - per proteggere dall'insorgenza di malattie che possono essere prevenute con il vaccino.
"I vaccini sono uno dei nostri strumenti più importanti per prevenire le epidemie e mantenere il mondo sicuro - ha dichiarato Tedros Adhanom Ghebreyesus, Direttore Generale dell'Oms - mentre la maggior parte dei bambini di oggi viene vaccinata, troppi sono rimasti indietro. È inaccettabile, ma sono spesso coloro più a rischio, i più poveri, i più emarginati, coloro che sono colpiti da conflitti o costretti ad abbandonare le proprie case, ad esserne privati". La maggior parte dei bambini non vaccinati vive nei paesi più poveri e si trova in modo sproporzionato negli stati più deboli o colpiti da conflitti. Quasi la metà vive in appena 16 paesi: Afghanistan, Repubblica Centrafricana, Ciad, Repubblica Democratica del Congo (RDC), Etiopia, Haiti, Iraq, Mali, Niger, Nigeria, Pakistan, Somalia, Sud Sudan, Sudan, Siria e Yemen. Se questi bambini si ammalano, rischiano le conseguenze più gravi e hanno minori probabilità di accedere a trattamenti e cure salvavita.
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori