testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Droghe e farmaci illeciti. I NAS nel 2018
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
6 febbraio 2019 7:23
 
Dalle truffe ai danni del Servizio sanitario nazionale alle vendite di farmaci via Internet ai siti per la commercializzazione illegale delle nuove droghe. Sono tantissimi gli illeciti portati alla luce dai Carabinieri per la tutela della salute Nas, come dimostrano i dati sull'attivita' del 2018 presentati ieri alla presenza del ministro della Salute Giulia Grillo: 51.194 gli interventi effettuati che hanno fatto emergere 13.555 situazioni non regolamentari, pari al 26% degli obiettivi oggetto di accertamento, mentre le indagini di polizia giudiziaria hanno portato all'arresto di 80 persone, ritenute responsabili di gravi reati, ed il deferimento all'Autorita' giudiziaria di oltre 5mila soggetti. Complessivamente, sono state contestate oltre 28.950 sanzioni penali ed amministrative per un ammontare di oltre 20 milioni di euro e sono state individuate 2.022 strutture con gravi carenze per le quali sono stati disposti il sequestro o la sospensione delle attivita'. Oltre 24mila le tonnellate di prodotti sequestrati. Si tratta, ha affermato Grillo, di "numeri impressionanti. I Nas sono un migliaio in Italia e hanno effettuato nel 2018 oltre 51.000 interventi rilevando violazioni che spesso riguardano le fasce piu' deboli dagli anziani ai bambini nelle mense scolastiche. Per questo i Nas sono fondamentali; nessuno puo' pensare di lucrare sulla salute dei cittadini ed il lavoro dei Nas e' prezioso per tutti noi, ma centrale e' anche il ruolo dei cittadini perche' e' pure sulla base delle loro segnalazioni che si crea un'azione concertata di controllo". La "truffa ai danni del servizio sanitario e l'assenteismo - ha precisato il generale dei Carabinieri Nas, Adelmo Lusi - sono i reati che piu' comunemente abbiamo rilevato a seguito delle nostre ispezioni. Ma anche medici che non erano medici, infermieri che non erano infermieri. Un danno ancora piu' grave di quello economico, per l'opinione pubblica. Il personale sanitario e' animato da spirito di sacrificio ma ci sono le eccezioni che noi cerchiamo di rilevare proprio per salvaguardare chi lavora con senso del dovere". Tanti i settori oggetto dei controlli, a partire dalla filiera alimentare dove 31.479 sono stati gli interventi presso aziende e strutture, dei quali 10.672 con irregolarita' amministrative o penali con l'arresto di 13 persone e la denuncia di altre 1.605. Oltre 23mila 800 tonnellate e 14 milioni 700mila le confezioni di alimenti irregolari, sottratti prima del consumo. E provvedimenti di chiusura/sospensione di attivita' nei confronti di 1.652 strutture, per un valore stimato in oltre 390 milioni di euro. Controlli anche nelle mense scolastiche e nella ristorazione. Le ispezioni hanno riguardato poi la legittimita' delle professioni sanitarie e la corretta erogazione delle prestazioni, con 3.195 accertamenti di tipo ispettivo e l'esecuzione di 25 arresti. E' stata inoltre rafforzata la verifica su siti web operanti nel commercio on-line di alimenti e bevande, medicinali, fitofarmaci, cosmetici, integratori, dispositivi medici e sigarette elettroniche. Le attivita', che hanno interessato l'esame di oltre 650 siti web e la successiva ispezione delle aziende, hanno registrato non conformita' nella meta' dei casi. Altro ambito e' quello del contrasto alle nuove sostanze psicoattive: sono stati monitorati 452 siti e aree web, e per 18 e' scattato l'oscuramento. Quanto al contrasto al doping, sono 50 gli atleti tesserati appartenenti a varie Federazioni sportive nazionali risultati positivi ai test antidoping nel 2018 secondo le rilevazioni dei Nas.
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori