testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Calo demografico e grande esodo dal sud. Censis
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
6 dicembre 2019 12:14
 
"Dal 2015 - anno di inizio della flessione demografica, mai accaduta prima nella nostra storia - si contano 436.066 cittadini in meno, nonostante l'incremento di 241.066 stranieri residenti. Nel 2018 i nati sono stati 439.747, cioe 18.404 in meno rispetto al 2017. Nel 2018 anche i figli nati da genitori stranieri sono stati 12.261 in meno rispetto a cinque anni fa". Così il Censis nel suo 53mo Rapporto sulla situazione sociale del Paese/2019, che parla di "tsunami demografico e di grande esodo dal Sud". "La caduta delle nascite si coniuga con l'invecchiamento demografico. Nel 1959 gli under 35 erano 27,9 milioni (il 56,3% della popolazione complessiva) e gli over 64 erano 4,5 milioni (il 9,1%). Tra ventfanni, su una popolazione ridotta a 59,7 milioni di abitanti, gli under 35 saranno 18,6 milioni (il 31,2%) e gli over 64 saranno 18,8 milioni (il 31,6%). Sulla diminuzione della popolazione giovanile hanno un effetto anche le emigrazioni verso lfestero: in un decennio piu di 400.000 cittadini italiani 18-39enni hanno abbandonato lfItalia, cui si sommano gli oltre 138.000 giovani con meno di 18 anni", sottolinea il Censis.
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori