testata ADUC
Elezioni 2018. Scienza e democrazia
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Primo Mastrantoni
14 febbraio 2018 12:20
 
 Il professor Roberto Burioni, microbiologo e virologo, in un confronto con Dino Giarrusso, giornalista e candidato alle prossime elezioni con il M5S, lo ha apostrofato con "Se parliamo di vaccini ci sono due possibilità: lei si prende la laurea, specializzazione e dottorato, e ci confrontiamo. Oppure, più comodo per lei, io spiego, lei ascolta e alla fine mi ringrazia perché le ho insegnato qualcosa. Uno non vale uno".

Il professor Burioni è stato tacciato di atteggiamento arrogante. Occorre un atteggiamento meno aggressivo che punti a persuadere, si dice, il che mi ricorda la campagna per la "raccomandazione" a vaccinarsi invece dell'obbligo a vaccinarsi, tesi sostenuta da Lega e M5S.

Purtroppo, o meno male, la scienza non è "democratica" e alla salute e alla vita non può essere applicato il principio per il quale la libertà di un individuo termina dove inizia quella degli altri. Se la salute e la vita di una persona è minacciata da un comportamento di altri, e non si riesce a persuaderli, occorre prendere una decisione.
E' proprio il caso dei vaccini. L'obbligo serve a tutelare la salute e la vita di tutti.
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori