testata ADUC
Stati Uniti d'Europa. Coronavirus: che fa l'Europa?
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Primo Mastrantoni
25 marzo 2020 12:36
 
 C'è stata una forte risonanza mediatica all'arrivo degli aiuti di Cina, Russia e Cuba. Non possiamo che ringraziare chi, in un momento di difficoltà, mette a disposizione medici e attrezzature sanitarie. Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio ha ringraziato questi Paesi, aggiungendo i ringraziamenti per l'aiuto anche a Stati Uniti, Germania e Francia.

Bene gli aiuti, ma che cosa fa l'Unione europea in questa emergenza sanitaria?

Vediamo.

La Banca centrale europea (BCE) ha varato il Programma di acquisto per l'emergenza pandemica. Si tratta di 750 miliardi per l'acquisto di titoli pubblici e privati, per mantenere bassi i tassi di interesse, favorire il credito a imprese e famiglie e stimolare la crescita economica.

L'Eurogruppo ha sospeso il Patto di Stabilità, il che consente di aumentare le spese sanitarie e gli aiuti a imprese e lavoratori.

La Commissione europea ha varato un piano per la creazione di una riserva strategica di attrezzature sanitarie e di medicinali, da utilizzare per affrontare la pandemia. E' stato definito, inoltre, un piano di acquisti che coprirà le richieste dei Paesi membri. Stanziati 80 milioni destinati alla  ricerca di un vaccino anticoronavirus, 164 milioni per le imprese tecnologiche, 47 milioni per la ricerca europea sul coronavirus e 90 milioni per l'innovazione medica.

Questi progetti non hanno avuto il clamore mediatico di altre iniziative, ma ci sono.

Rimane il problema di fondo, rispetto ai ritardi e, soprattutto, rispetto alle politiche sanitarie europee. Finché ci saranno 28 politiche sanitarie, quanti gli Stati della Ue, e all'interno di ogni Stato altrettante politiche sanitarie (vedi l'Italia), non saremo in grado di affrontare le future emergenze sanitarie. 

L'esperienza attuale dovrebbe convincere che occorre un ministro della Salute Europea e, di conseguenza, si dovrà trasferire in sede europea parte della sovranità sanitaria dei singoli Paesi. E' l'unico modo per tutelare la salute dei cittadini europei, compresi gli italiani, ovviamente.
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori