testata ADUC
Legalizzazione marijuana. 64% americani favorevoli
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
2 novembre 2017 1:08
 
 Un nuovo sondaggio della Gallup fa vedere che, a supporto della fine del proibizionismo sulla marijuana, il 64% degli americani e’ oggi a favore della legalizzazione.
Il sostegno alla legalizzazione della marijuana è aumentato costantemente nel quasi mezzo secolo in cui Gallup ha fatto sondaggi su questo tema. La maggioranza degli americani, in tutto lo spettro politico, ora crede che la marijuana dovrebbe essere legalizzata, con il 51% dei repubblicani, il 72% dei democratici e il 67% degli indipendenti che sostengono la legalizzazione. Allo stesso tempo, il consenso verso il presidente Trump si sta avvicinando al minimo mai registrato prima.
"La legalizzazione della marijuana è molto più popolare di Jeff Sessions o di Donald Trump e sopravviverà ad entrambi", ha dichiarato Maria McFarland Sánchez-Moreno, direttore esecutivo della Drug Policy Alliance. "Invece di perdere le limitate risorse per applicare la legge e tentare di fermare le iniziative di legalizzazione a livello statale, i funzionari americani dovrebbero ascoltare il messaggio chiaro e bipartisan che l’opinione pubblica invia loro, e sostenere anche la riforma federale della marijuana".
Nel 2012, gli elettori degli Stati di Colorado e Washington hanno approvato le prime due leggi statali statunitensi che legalizzavano l’uso della marijuana per gli adulti di 21 anni e oltre. Nel 2014, gli elettori hanno approvato leggi di legalizzazione in Alaska, Oregon e Washington D.C. Nel 2016, gli elettori in California, Maine, Massachusetts e Nevada hanno fatto raddoppiare il numero di Stati che disciplinano legalmente la marijuana, portando il totale a otto. Come sempre più Stati legalizzano, piu' il supporto popolare per la fine del divieto della marijuana continua a salire. Il numero di americani a favore della legalizzazione della marijuana è aumentato del 14% a partire dal 2011, l'anno prima che Washington e Colorado legalizzassero la marijuana.
Questo consenso è probabilmente dovuto al successo degli attuali programmi di legalizzazione della marijuana. Un rapporto sulla politiche in materia di droghe ha scoperto che, dal momento che il possesso per gli adulti della marijuana è diventato legale, Colorado, Washington, Alaska e Oregon hanno registrato una drastica riduzione degli arresti e delle condanne giudiziali per marijuana, nonché un aumento di introiti fiscali. Allo stesso tempo, questi Stati non hanno avuto aumenti nel consumo della marijuana da parte dei giovani e neanche aumenti di incidenti stradali.
Con un sostegno cosi’ ampio alla legalizzazione della marijuana, i sostenitori di una riforma della legge sulla marijuana hanno un'occasione unica per non solo legalizzare la marijuana ma anche cominciare a riparare i danni causati dal divieto di questa sostanza. È d’obbligo che le nuove strategie di legalizzazione della marijuana seguano e si basino sulla “Proposition 64” della California: The Adult Use of Marijuana Act.
Le disposizione all’avanguardia della “Proposition 64” includono la depenalizzazione dell'uso della marijuana per i minorenni; riforme retroattive a livello mondiale per i reati di marijuana; rimozione delle barriere all'industria della marijuana per le persone con precedenti penali; reinvestimento de ricavi della marijuana in comunità maggiormente penalizzate dall'applicazione della vecchia normativa; interventi di ripristino ambientale ed idrico; protezione per le piccole imprese e gli agricoltori. La “Prop 64” inoltre istituisce un sistema completo e strettamente controllato per tassare e regolamentare le imprese di produzione e distribuzione della marijuana nell’ambito di un mercato legale.
Il senatore Cory Booker (D-NJ) ha recentemente introdotto la Legge sulla Giustizia della Marijuana, un disegno di legge su modello della Prop. 64 che cancella la proibizione della marijuana a livello federale e prevede inizuiative a favore delle comunità più devastate dalla guerra contro la droga.
"La questione non è più se dobbiamo legalizzare la marijuana, ma piuttosto come dovremmo farlo", ha aggiunto McFarland Sánchez-Moreno. "The Marijuana Justice Act legalizzerebbe la marijuana nel modo giusto, non solo per fermare i danni dovuti ai divieti, ma anche per cominciare ad affrontare la devastazione che hanno fatto questi divieti, in particolare tra le comunità di colore".






(articolo di Jolene Forman, della Drug Policy Alliance, pubblicato sulla rivista dell’associazione del 31/10/2017)
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori