testata ADUC
Usa. Mercato florido quello delle staminali adulte
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Katia Moscano
19 giugno 2009 0:00
 
Quando si parla di cellule staminali si tende a pensare immediatamente agli embrioni, ma stanno emergendo sul mercato una serie di cure che utilizzano staminali adulte.

Le cellule staminali adulte stanno diventando quelle maggiormente usate nella ricerca, sopratutto perche' rispetto alle embrionali sono piu' facili da ottenere, e sono meno costose in termini di tests nei laboratori.

Sono cellule prelevate dal midollo spinale o dal sangue del cordone ombelicale, evitano cosi' i problemi etici che circondano le staminali embrionali.

In realta', molti ricercatori considerano le cellule staminali embrionali molto piu' versatili, e forse nel fututo potranno essere piu' utili che le staminali adulte per combattere alcune malattie. Allo stesso tempo, le staminali adulte possono combattere una serie di malattie, dal diabete alle cardiopatie, e sono gia' adoperate per curarne alcune, dal cancro alla leucemia, ed e' molto piu' vicino alla vendita un medicinale derivato da staminali adulte che uno da staminali embrionali.

Dal punto di vista degli investimenti in Borsa, malgrado le differenze tra queste due ricerche, le azioni messe sul mercato sono quasi sempre associate. All'annuncio del presidente Obama di eliminare le restrizioni ai fondi federali di ricerca alle staminali embrionali anche le staminali adulte hanno avuto un rialzo sul mercato.

"Quello che e' buono per le staminali embrionali e' buono anche per le staminali adulte. Gli investitori, almeno fino ad oggi, non fanno molta differenza tra le due", ha dichiarato alla Cnn Ren Benjamin, analista della Rodman & Renshaw.

Robin Young, della RRY Publications, ha stimato che quest'anno negli Stati Uniti il mercato lordo dei medicinali derivati da staminali adulte sara' di oltre 100 milioni di dollari, ed entro il 2018 i ricavi potranno salire a circa 8,2 miliardi di dollari.

Le compagnie farmaceutiche stanno sempre piu' investendo nelle staminali adulte.

"Negli ultimi 10,15 anni le staminali adulte sono state studiate, e sono ora pronte a decollare. Grandi compagnie farmaceutiche vogliono entrare nella ricerca delle staminali adulte, questo significa che sono sufficientemente sicure ed efficaci", ha dichiarato Debra Grega, direttore esecutivo del Centro per le cellule staminali dell'universita' Case Western Reserve.

Il gigante farmaceutico Pfizer lo scorso mese di novembre ha annunciato di investire per i prossimi 3-5 anni 100 milioni di dollari nella ricerca rigenerativa, che include le staminali adulte ed embrionali. Ruth McKerman, a capo dell'Unita' per la medicina rigenerativa della Pfizer, ha dichiarato che sta notando un interesse anche da parte di altre compagnie.

Complessivamente, il mercato sulle staminali e' ancora modesto. La californiana Geron, che domina il mercato delle staminali embrionali, dovra' aspettare almeno 10 anni per arrivare a commercializzare una terapia per le lesioni alla spina dorsale.

La Osiris Therapeutics e' al primo posto la ricerca sulle staminali adulte. Lo scorso anno, ha ricevuto dalla Genzyme circa 130 milioni di dollari, con la previsione di riceverne 1,2 miliardi in caso di importanti risultati, per lavorare sulla ricerca di un medicinale derivato da cellule staminali adulte.

Secondo quanto dichiarato dalla Osiris, il Prochymal, medicinale per combattere le crisi di rigetto nei trapianti di midollo spinale, potrebbe entro un anno ricevere dalla FDA l'approvazione all'uso. Se dovesse succedere, Osiris sara' la prima compagnia a ricevere l'approvazione per un medicinale derivato da staminali.

Altre compagnie si stanno dirigendo verso le staminali adulte, tra cui la Stem Cells Inc., la Cytori, e la Aastrom Bioscences.

 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori