testata ADUC
Germania. Cellule dei testicoli che si trasformano da sole in cellule totipotenti
Scarica e stampa il PDF
Articolo di lub/dpa
6 luglio 2009 0:00
 
Il tessuto dei testicoli potrebbe diventare una nuova, non controversa fonte di cellule staminali. I ricercatori di Muenster hanno ottenuto cellule totipotenti dai testicoli di topo, unicamente attraverso particolari condizioni di coltura.
Alcune cellule sono capaci, da sole, di svilupparsi in una sorta di cellule staminali embrionali. Se alle cellule dei testicoli si concede molto spazio in provetta e un tempo sufficiente, alcune tornano da se' allo stadio embrionale. Lo dicono gli studiosi dell'equipe di Kinarm Ko e Hans Schoeler dell'Istituto Max-Planck di Biomedicina molecolare di Muenster, che pubblicano i risultati della loro ricerca in Cell Stem Cell. "Ogni volta che abbiamo riempito con circa 8.000 cellule i singoli recipienti della piastra di coltura, alcune di queste si riprogrammavano nel giro di due settimane", spiega Kinarm Ko. Di solito, le cellule staminali germinali dei testicoli producono solo sperma. Ma dopo che Ko e Schoeler sono riusciti con quelle particolari condizioni di coltura a trasformarle in cellule totipotenti, sono state coltivate anche cellule cardiache e neuronali. I ricercatori hanno potuto dimostrare la totipotenza delle cellule anche iniettandole negli embrioni di topo. Hanno visto che alla fine s'integravano nell'organismo in crescita e cosi' si sono formati dei topolini con patrimonio genetico misto, ossia chimere. Le cellule contenevano un gene fluorescente, affinche' i ricercatori potessero seguirne lo sviluppo, ed e' emerso che le cellule estranee si sono integrate nella sequenza germinale dei topi-chimera e poi trasmesse alla discendenza.
Gli studiosi sono giunti alla riprogrammazione automatica seguendo le tracce della ricerca di base. Poiche' nei testicoli dei topi ci sono diversi tipi di cellula, ne hanno cercato uno ben definito e sono approdati alle agili cellule staminali germinali. Le cellule che ne derivano le chiamano gPS, che sta per germline plutipotent stem cells. La riprogrammazione di cellule somatiche in cellule staminali totipotenti e' stata gia' affinata da vari gruppi di ricercatori -all'inizio era necessario trasferire con i virus quattro determinati geni, poi, man mano si e' riusciti a ridurli e poi a fare a meno dei virus, finche' un gruppo e' riuscito a trasformare le cellule solo con le proteine. Ora, l'equipe di Muenster riesce a riprogrammare le cellule germinali staminali dei testicoli di topo unicamente con le opportune condizioni di crescita. Si tratta di progressi importanti, che potrebbero condurre un giorno a sostituire le controverse cellule staminali embrionali."Lo scopo principale e' di limitarci al cocktail di un'unica sostanza", dice Schoeler. La scoperta di Muenster e' un primo passo sulla strada che consente di riconvertire le cellule somatiche in una sorta di staminali embrionali senza grossi interventi. E lo sguardo si spinge al loro possibile futuro impiego in terapie molto interessanti giacche' le cellule staminali gerrminali riprogrammate sono praticamente esenti da danni genetici.
 
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori