testata ADUC
Per un americano su tre la scienza e' in conflitto con le proprie credenze religiose
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Katia Moscano
15 luglio 2009 0:00
 
Secondo un sondaggio condotto dal Pew Forum., gli americani seguono gli scienziati, ma non sempre su questioni etiche e morali, quali la ricerca con le staminali embrionali e l'evoluzione della specie.

Il dottor Alan I. Leshner, dell'American Association for the Advancement of Science, ha spiegato che forse e' un problema di comunicazione, ma in parte dipende dalle religioni organizzate.

Il sondaggio ha rivelato che per il 55% degli intervistati la scienza e la religione sono spesso in conflitto, e per il 36% la scienza si scontra con le proprie credenze religiose. In questo 36%:

- il 41% crede che l'evoluzione, il creazionismo, o il darwinismo siano alle origini della vita sul pianeta;

- il 15% ha idee diverse sul momento preciso in cui inizia la vita umana, e sopratutto ha idee diverse dalla scienza sull'aborto (il12%), la clonazione e la pillola.

- il 9% e' preoccupato per l'utilizzo di cellule staminali.

Mentre il 95% crede in Dio o in qualche presenza sovrannaturale, il 41% degli scienziati non e' credente. Quasi la meta' degli scienziati si sono dichiarati atei, agnostici o comunque senza un particolare credo, mentre solo il 17% della popolazione puo' essere inquadrata in queste categorie.

Sulla ricerca sulle staminali embrionali: il 60% dei cattolici, il 59% dei protestanti bianchi, il 54% di quelli afro americani, e il 74% di affiliati ad altre regligioni sono favorevoli al finanziamento federale, e il 52% dei bianchi evangelici si oppongono.

Il sondaggio e' stato pubblicato ad un giorno di distanza dalla nomina di Francis Collins, a capo dell'Istituto Nazionale di Sanita'. Collins, scienziato e 'born again Christian' (cristiano rinato), e' autore del libro "The Language of God: A Scientist Presents Evidence for Belief" ("Il linguaggio di dio: uno scienziato presenta le prove della fede").

 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori