testata ADUC
Pandemia e prestiti delle banche. Aduc a Mi manda Rai Tre dalle ore 10 di lunedì 1 giugno
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Redazione
31 maggio 2020 11:18
 
  I prestiti per pagare bollette, affitti, servizi inderogabili financo il cibo… queste le preoccupazioni di diversi micro, piccoli e medi imprenditori per cercare di riaprire l’attività con qualche speranza. Prestiti che vanno chiesti alle banche e su cui lo Stato - malgrado un magma di confusione, dimenticanze, inesattezze, approssimazioni e privilegi per gli amici degli amici – in qualche modo sta fornendo il suo supporto. Il problema nasce da parte di chi dovrebbe concedere questi prestiti, le banche. Che non sono istituti di beneficenza e, anche se fanno finta di non esserlo, riescono comunque a stare in vita grazie alla magnanimità dello Stato. Motivo per cui, tutti consapevoli di questa situazione, si crea un conflitto che, i più organizzati, stanno cominciando a portare in piazza.

Di questo si parla alla trasmissione Mi Manda Rai Tre in onda dalleore 10 di lunedì 1 giugno. Condotta da salvo Sottile, a rappresentare Aduc, in videoconferenza da Firenze, ci sarà l’avv. Laura Cecchini.

CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori