testata ADUC
Governo. Potenziare il servizio di trasporto ricorrendo ai bus turistici. Lettera al presidente Conte e alla ministra dei Trasporti, De Micheli
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Primo Mastrantoni
4 maggio 2020 10:57
 
  L'applicazione delle norme sul distanziamento fisico nei mezzi pubblici ridurrà del 50%-75% i posti a disposizione degli utenti. Già in situazioni normali la capacità di soddisfare la domanda è più che problematica e con le nuove disposizioni diverrà impossibile garantire il servizio di trasporto, in particolare dei treni.

Per questo motivo, abbiamo chiesto al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte e alla ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, di integrare il servizio di trasporto con bus turistici.

Ecco il testo della lettera.

Signor Presidente, signora Ministra,

la necessità di contenere il diffondersi del virus pandemico impone che i passeggeri dei mezzi siano posti a distanza tale da evitare il contagio. 

L'inevitabile misura di sicurezza limita fortemente il servizio di trasporto, aggravando ulteriormente i disagi degli utenti.

Si ritiene necessario, pertanto, incrementare la disponibilità dei mezzi attualmente in servizio, ricorrendo alle imprese che, fino a pochi mesi fa, hanno offerto un servizio di bus turistici.
E' appena il caso di rilevare che il comparto privato è fermo per l'emergenza sanitaria e che i lavoratori sono in cassa integrazione.

Il ricorso alle imprese del settore avrebbe un duplice beneficio: aumentare, in sicurezza, la disponibilità di posti a disposizione degli utenti e recuperare al lavoro ordinario gli addetti del settore.

Certi che la proposta trovi favorevole accoglienza, cogliamo  l'occasione per inviare i più cordiali saluti.
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori