testata ADUC
Coronavirus e patrimoniale
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Primo Mastrantoni
8 aprile 2020 12:30
 
 Una patrimoniale in arrivo? L'immagine del prelievo forzoso sui conti correnti è ben presente nella memoria degli italiani.

 Per sostenere le spese dell'emergenza Coronavirus, sanitarie ed economiche, l'idea di una imposta patrimoniale, un tributo commisurato al patrimonio complessivo di ciascun contribuente, si affaccia nella mente dei nostri esponenti politici.

Vediamo.

Il premier Giuseppe Conte interrompendo le trattative in seno al Consiglio europeo, aveva dichiarato: faremo da soli. 
Già, con quali soldi?

Il segretario della Lega, Matteo Salvini, dice: chiederei agli italiani i soldi per ripartire. 
Già, come li chiede?

Antonio Misiani (PD), dichiara: "Penso a un patto tra risparmiatori"
Già, chi lo sottoscrive?

Parlamentari del M5S, affermano: mancano soldi e la scorciatoia odiosa di una patrimoniale può essere evitata deviando finanziamenti da quelle opere pubbliche come il Tav Torino-Lione.
Già, visto che la proposta è stata bocciata dal Parlamento, non rimarrebbe che attuare la odiosa patrimoniale.

Dunque, M5S, Lega e PD paventano un ricorso al portafoglio degli italiani. Se non è patrimoniale, poco ci manca. 
Insomma, una patrimoniale "volontaria", come l'oro alla Patria.
Basta convincere gli italiani.
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori