testata ADUC
Coronavirus e finanziamenti banche. Aduc a Mi manda RaiTre dalle ore 10 di giovedì 30 Aprile
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Redazione
29 aprile 2020 15:00
 
 L’emergenza economica derivata da quella sanitaria ha una caratteristica diffusa: i soldi che mancano! Il Governo, al momento ha pensato di rimediare con alcune elargizioni a fondo perduto: i famosi 600 euro (quando sono arrivati) per le prime necessità dei cosiddetti autonomi (professionisti e no) e la facilitazione dell’uso della cassa integrazione. Per il resto: alcune facilitazioni fiscali e, soprattutto, spostamento nel tempo di alcuni adempimenti che, ovviamente, domani si cumuleranno con quelli del… domani. A tutto questo si aggiungono i vari provvedimenti di Regioni e Comuni.
Altro rimedio previsto, non a fondo perduto, è quello che lo Stato si è fatto garante di prestiti con restituzione rateale fino a sei anni, al 100% per chi chiede 25.000 euro e al 90% per importi superiori (e comunque non oltre il 25% del fatturato 2018). Garanzia che, ovviamente, deve essere accettata da chi poi eroga il finanziamento, cioé le banche. In questo contesto la situazione è confusa e sono tanti i segnali di criticità (per l’erogazione) che arrivano, nonostante l’associazione dei banchieri, ABI, si sia impegnata a mettercela tutta e, ultimo ma forse penultimo, appello del premier Giuseppe Conte al buon cuore degli istituti di credito. Insomma, una situazione da opera di Edoardo De Filippo.

Di questo, con collegamenti in diretta di esperti, politici e cittadini, si parlerà giovedì 30 Aprile alla trasmissione Mi Manda Rai Tre, in onda dalle ore 10. Con la conduzione di Salvo Sottile, collegata in videoconferenza da Firenze, per Aduc ci sarà l’avv. Laura Cecchini.
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori