testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Staminali. Nuove prospettive per cura leucemia meiloide
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
7 dicembre 2016 16:32
 
 I pazienti affetti da leucemia mieloide cronica potrebbero avere nuove prospettive di cura grazie ad una ricerca interamente realizzata al Policlinico universitario delle Scotte di Siena e resa nota in anteprima al 58? Congresso della Societa' Americana di Ematologia, svoltosi negli Stati Uniti, a San Diego. Lo studio, denominato Flowers consente di misurare le cellule staminali circolanti nel sangue periferico delle persone con leucemia mieloide cronica. Spiega la professoressa Monica Bocchia, direttore Unita' operativa di Ematologia del Policlinico senese "La misurazione di queste cellule 'madri', responsabili dell'insorgenza della malattia, potrebbe rivelarsi fondamentale per l'impostazione terapeutica, soprattutto nei soggetti che vengono trattati con i farmaci di nuova generazione, in cui e' fondamentale -sottolinea Boccia- stabilire in quali pazienti il trattamento puo' essere sospeso, perche' potenzialmente guariti". L'innovazione di questo studio, nel quale si sono studiati campioni di circa 200 pazienti in cura a Siena o provenienti da altri centri ematologici, e' rappresentata dal fatto che con questa metodologia le cellule staminali possono essere misurate con un esame del sangue, senza che il paziente sia sottoposto ad indagini piu' invasive. "La presentazione - fa sapere la la professoressa - in un'aula gremita di ematologi provenienti da tutto il mondo, ha suscitato grande interesse, tanto che i responsabili di molti centri ematologici europei hanno chiesto di partecipare allo studio prospettico che, sulla scia dei risultati ottenuti, partira' a breve".
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori