testata ADUC
Donne in Afghanistan. Zarina con le orecchie tagliate dal marito
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
3 febbraio 2017 15:56
 
 La giovane donna e’ stata mutilata da suo marito. Una sorte che subiscono troppe donne afghane. Testa fasciata, lineamenti tirati, Zarina, 23 anni, implora perche’ venga curata all’estero: in un eccesso di ira, suo marito le ha tagliato entrambe le orecchie.
“Voglio divorziare e che lui finisca in prigione”.
“Perche’ lo ha fatto? Non abbiamo avuto nessun alterco, io non ho rifiutato nessua delle sue esigenze”, dice Zaira, “Mio marito e’ arrivato verso le 3 del mattino, mi ha legato le mani e i piedi col mio velo, li ha legati insieme, io l’ho supplicato ma non mi ascoltava”. Suo marito le ha dato diversi colpi e le ha tagliato le due orecchie con un coltello affilato prima di fuggire. Tutta la notte Zaira ha perso sangue, prima che suo zio e sua zia l’hanno portato ad un presidio sanitario d’urgenza della capitale provinciale.
Zaira e’ stata fidanzata a 13 anni con quest’uomo che ha atteso sette anni per sposarla, tre anni fa. “Dopo due mesi di matrimonio, e’ partito per andare a lavorare in Iran. E’ rientrato da due mesi”, racconta la zia della vittima.
Secondo il responsabile dell’équipe medica dell’ospedale, il dr Noor Mohhamd Faiz, il marito sarebbe un consumatore di droghe. Numerosi afghani vanno a lavorare nel vicino Iran e contraggono una dipendenza dall’eroina, facile da alimentare una volta rientrati perche’ l’Afghanistan e’ il primo produttore di oppio al mondo.
Ieri l’uomo era sempre in fuga ma “abbiamo aperto un’inchiesta per arrestarlo”, ha assicurato il portavoce del governo di Balkh: “Abbiamo perso fiducia nel nostro governo, totalmente corrotto”, dice in modo agitato. Piu’ di quindici anni dopo la fine del regime dei talebani, l’Afghanistan rimane teatro di abusi regolari contro le donne, spesso messi in atto dai mariti o dalla famiglia, che sono raramente arrestati.

(lancio agenzia Press Océan del 03/02/2017)
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori