testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Viaggiare. Il vademecum dell'Enit
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
29 giugno 2020 16:46
 
“Il turismo italiano è pronto a ripartire e ad accogliere nuovamente i turisti – italiani e stranieri - per la stagione estiva. È infatti di nuovo possibile spostarsi liberamente all’interno di tutto il paese e usufruire di ogni normale servizio”.

Parte così la pagina di istruzioni per l’uso che l’Enit ha stilato sul proprio sito a uso e consumo dei viaggiatori che si preparano a tornare nel nostro Paese. Un vademecum accurato e per punti che racconta l’organizzazione messa a punto nei principali luoghi amati e ricercati dai turisti di tutto il mondo. Un vademecum che in questo caso però parla anche agli italiani, visto che il turismo di prossimità o comunque interno sarà quello preponderante.

Le clausole
Si parte con le regioni che hanno inserito clausole particolari come registrazioni online o compilazione di moduli (nel dettaglio Sardegna, Sicilia, Puglia e Calabria) per poi passare alla prima regola fondamentale: “In tutta Italia, c’è l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi pubblici al chiuso. Non è obbligatoria negli spazi all'aperto tranne nel caso in cui non si possa mantenere il distanziamento sociale; l’unica eccezione è la Lombardia, per cui l’obbligo di indossare la mascherina vale anche per gli spazi all’esterno”.

Musei e trasporti
Il vademecum Enit prosegue poi con le regole che sono ormai consuetudine per i cittadini italiani anche nella normale vita e legati a bar e ristoranti così come alle attività commerciali. Ma una particolare attenzione viene dedicata ai temi di interesse per chi viaggia. E quindi musei, mezzi di trasporto, strutture ricettive, parchi naturalistici e di divertimento, noleggio auto.

Per gli hotel in particolare ecco le indicazioni fornite: “Quando si entra in hotel, b&b, ostelli e appartamenti potrebbe essere provata la temperatura corporea e potrebbe essere necessario pulirsi le mani con gel igienizzante. Nelle aree comuni e negli ascensori è necessario mantenere una distanza interpersonale di almeno 1 metro (non necessario per i membri della stessa famiglia, conviventi o persone della stessa camera). La mascherina va indossata nelle aree comuni chiuse, mentre non è necessaria all’aperto”.

In aereo
E poi da non dimenticare l’ultima e più recente regola legata al trasporto aereo, ovvero: niente trolley a bordo, solo un bagaglio che si possa depositare sotto il sedile davanti.
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori