testata ADUC
 MONDO - MONDO - Linee guida per i lavoratori del sesso. OMS
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
13 dicembre 2012 13:32
 
L'Oms (Organizzazione Mondiale Sanita'), in collaborazione con l'Unaids e il Global Network of Sex Work Projects, ha sviluppato nuove linee guida per proteggere meglio i lavoratori sessuali dall'Hiv e dalle altre malattie sessualmente trasmissibili (Sti). I professionisti del sesso sono in molti luoghi altamente vulnerabili ad Aids e Sti a causa di molti fattori, fra cui il grande numero di partner sessuali, le condizioni di lavoro insicure e la refrattarieta' all'uso del condom da parte di molti clienti.
Oltre a cio', i lavoratori del sesso hanno poco controllo nei confronti di questi fattori a causa dell'emarginazione sociale e la criminalita' che colpisce il loro ambiente di lavoro. Alcol, uso di droghe e violenza in alcuni luoghi possono esacebvare questa vulnerabilita' e rischio. L'obiettivo del documento "Prevention and treatment of HIV and other sexually transmitted infections for sex workers in low- and middle- income countries" e' fornire raccomandazioni tecniche sui programmi di prevenzione e trattamento dell'Hiv e delle Sti fra i lavoratori del sesso e i loro clienti. Azioni preventive in paesi come Brasile, India, Kenia e Tailandia hanno avuto successo nel ridurre la trasmissione delle Sti fra i lavoratori del sesso attraverso l'incremento dell'uso del preservativo. Le nuove linee guida raccomandano ai paesi di decriminalizzare il lavoro sessuale e migliorare l'accesso ai servizi sanitari dei lavoratori sessuali. Inoltre, di mettere in campo una serie di attivita' per enfatizzare il corretto uso del condom, che puo' ridurre la trasmissione dei virus fra femmine, maschi, transgender e i loro clienti. Risultati scientifici indicano che lavoratori del sesso che sono piu' capaci di convincere a usare il condom hanno una vulnerabilita' e un rischio per Hiv e Sti fortemente ridotto.
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS
 
ADUC - Salute - Notizia - MONDO - Linee guida per i lavoratori del sesso. OMS

testata ADUC
 MONDO - MONDO - Linee guida per i lavoratori del sesso. OMS
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
13 dicembre 2012 13:32
 
L'Oms (Organizzazione Mondiale Sanita'), in collaborazione con l'Unaids e il Global Network of Sex Work Projects, ha sviluppato nuove linee guida per proteggere meglio i lavoratori sessuali dall'Hiv e dalle altre malattie sessualmente trasmissibili (Sti). I professionisti del sesso sono in molti luoghi altamente vulnerabili ad Aids e Sti a causa di molti fattori, fra cui il grande numero di partner sessuali, le condizioni di lavoro insicure e la refrattarieta' all'uso del condom da parte di molti clienti.
Oltre a cio', i lavoratori del sesso hanno poco controllo nei confronti di questi fattori a causa dell'emarginazione sociale e la criminalita' che colpisce il loro ambiente di lavoro. Alcol, uso di droghe e violenza in alcuni luoghi possono esacebvare questa vulnerabilita' e rischio. L'obiettivo del documento "Prevention and treatment of HIV and other sexually transmitted infections for sex workers in low- and middle- income countries" e' fornire raccomandazioni tecniche sui programmi di prevenzione e trattamento dell'Hiv e delle Sti fra i lavoratori del sesso e i loro clienti. Azioni preventive in paesi come Brasile, India, Kenia e Tailandia hanno avuto successo nel ridurre la trasmissione delle Sti fra i lavoratori del sesso attraverso l'incremento dell'uso del preservativo. Le nuove linee guida raccomandano ai paesi di decriminalizzare il lavoro sessuale e migliorare l'accesso ai servizi sanitari dei lavoratori sessuali. Inoltre, di mettere in campo una serie di attivita' per enfatizzare il corretto uso del condom, che puo' ridurre la trasmissione dei virus fra femmine, maschi, transgender e i loro clienti. Risultati scientifici indicano che lavoratori del sesso che sono piu' capaci di convincere a usare il condom hanno una vulnerabilita' e un rischio per Hiv e Sti fortemente ridotto.
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS