testata ADUC
 BRASILE - BRASILE - Legalizzazione droghe. Il NO categorico del presidente Bolsonaro
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
23 luglio 2019 14:52
 
Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro si è espresso categoricamente contro la depenalizzazione delle droghe dopo aver preso le distanze, attraverso un decreto, da medici, psicologi e avvocati che fanno parte del National Drug Policy Council (Conad).
Lunedì sera il presidente ha pubblicato sulla sua pagina Twitter, con lettere maiuscole, "SIAMO CONTRO LA LIBERALIZZAZIONE DELLA DROGA!"
"Per decenni la sinistra si è infiltrata nelle nostre istituzioni e ha iniziato a promuovere la sua ideologia travestita da posizioni tecniche", ha detto.
Creato 13 anni fa, il Conad mira a monitorare la situazione in materia di traffico, consumo di stupefacenti e progettazione di politiche in materia sollevate dal governo.
"Il decreto che ho firmato oggi pone fine al pregiudizio ideologico nelle discussioni" sulle sostanze psicotrope, ha affermato Bolsonaro.
Modificando la formazione del Conad, da cui sono stati espulsi anche i rappresentanti della società civile, il presidente ha deciso che sia composto esclusivamente da membri del governo.
La Società brasiliana per il progresso della scienza ha espresso la sua "preoccupazione" per la misura che può portare a una politica favorevole all '"internamento" dei tossicodipendenti nelle istituzioni legate alle chiese.
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori