testata ADUC
 FRANCIA - FRANCIA - Cannabis terapeutica. Ok definitivo per la sperimentazione
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
11 luglio 2019 16:41
 
L’Agence nationale de sécurité du médicament et des produits de santé (ANSM) ha approvato oggi le indicazioni fornite a fine giugno da un un gruppo di esperti sulla sperimentazione della cannabis terapeutica. “L’impostazione generale che è stata proposta è tale che ci si può lavorare, le loro proposte sembrano buone” ha precisato all’agenzia France Press Dominque Martin, direttore generale dell’ANSM.
Lodando un lavoro “condotto in modo pregevole”, il direttore sottolinea che il comitato ha “preso il tempo necessario per ascoltare tutte le parti” nei diversi aspetti del dossier – medici, economici, associativi – e non ha “perso tempo” dopo la sua nomina. L’ANSM che a fine 2018 aveva dato un suo assenso di principio al lancio di una sperimentazione della cannabis terapeutica in Francia, aveva chiesto al comitato di concentrarsi sulla forma da dare a questa operazione. La questione riguardava l’ampiezza della sperimentazione e la qualità dei ati raccolti, perché fossero sufficienti, nei tempi debiti, per giudicare la pertinenza di una legislazione della cannabis in ambito medico.

Nessuno spinello su ordinazione
Per il test da effettuare, la cannabis terapeutica potrà essere prescritta a dei pazienti che hanno delle impasse terapeutiche, che soffrono di particolari forme di epilessia resistenti ai trattamenti, di dolori neuropatici (dovuti a lesioni nervose) non alleviati da altre terapie, di effetti secondari per chemioterapia o per cure palliative e contrazioni muscolari incontrollate da sclerosi a placche o altre patologie del sistema nervoso centrale.
Nessuno “spinello su ordinazione”: i prodotti prescritti saranno inalati (olii, fiori secchi) o ingeriti (soluzioni liquide, gocce e capsule di olio). Il comitato, di tredici specialisti, presieduto dallo psichiatra e farmacologo Nicolas Authier, ha anche raccomandato di far fare la “prescrizione iniziale” dei prodotti a base di cannabis a medici che esercitano in centri specifici (quelli contro il dolore, quelli esperti di sclerosi a placche, etc). I medici che partecipano alla sperimentazione saranno volontari e seguiti da aggiornamenti online le cui modalità sono ancora da determinare.
(Afp)
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori