testata ADUC
 USA - USA - L'argento potenzia fino a 1.000 volte azione antibiotici
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
20 giugno 2013 14:48
 
L'argento e' un'arma preziosa per uccidere i batteri, anche quelli antibiotico-resistenti. Lo dimostrano gli esperimenti condotti da James Collins, ingegnere biomedico della Boston University i cui risultati sono stati resi noti sulla rivista Science Translational Medicine. L'esperto ha dimostrato che aggiungendo ioni d'argento sciolti all'antibiotico, l'efficacia di quest'ultimo diventa fino a 1000 volte maggiore, anche contro batteri resistenti al farmaco. L'argento agisce in due modi: rende permeabile la parete dei batteri e quindi rende il microrganismo patogeno piu' accessibile all'antibiotico, anche a quelli di grosse dimensioni come la vancomicina; induce il batterio a produrre grosse quantita' di composti reattivi dell'ossigeno, insomma radicali liberi, che in elevate quantita' sono tossici e uccidono il batterio. Ma l'argento puo' avere effetti tossici sull'uomo quindi vanno comprese le dosi per renderlo utilizzabile a scopo clinico. O in alternativa bisognerebbe cercare di comprenderne a fondo i meccanismi d'azione e replicarli con molecole sicure.
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori