testata ADUC
RSA - Demenza senile
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
27 novembre 2019 0:00
 
Ospite di RSA con reddito insufficiente alla retta, integrata dai figli.
Leggo anche da voi che la patologia Alzheimer pone a carico del SSN la quota alberghiera della retta, in quanto è prevalente la componente sanitaria.
Domanda: la DEMENZA SENILE (diagnosticata e che ha prodotto accertata invalidità permanente con ottenuto assegno di accompagnamento)è assimilabile al "caso Alzheimer"? Cioè rende invocabile un trattamento analogo, così che l'onere della retta sia interamente a carico del settore pubblico?
Grazie, cordialmente,
Fernando, dalla provincia di VR

Risposta:
non è la patologia che pone a carico del SSN la quota alberghiera della retta ma l'intensità sanitaria delle prestazioni erogate. Le aggiungiamo che difficilmente l'Asl assumerà a proprio carico le spese spontaneamente, di conseguenza in questi casi si finisce solitamente in giudizio. La questione dell'intera retta a carico del servizio sanitario in caso di Alzheimer non è un automatismo: caso per caso occorre verificare la tipologia e intensità sanitaria delle prestazioni erogate. Questa verifica deve essere fatta preventivamente da un medico legale di vostra fiducia, che esamini la storia clinica di sua madre e - soprattutto - i diari infermieristici di degenza in RSA. Se da questa valutazione emerge una alta intensità di prestazioni sanitarie, potrete rivolgervi al Tribunale chiedendo che l'intera degenza sia a carico del servizio sanitario.
----------------
Ha risposto Emmanuela Bertucci: https://sosonline.aduc.it/info/bertucci.php
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori