testata ADUC
pratica per RSA
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
10 novembre 2018 0:00
 
Buongiorno
mia madre risiede in una RSA in regime privato in provincia di Firenze da nov 2017, dove ha preso residenza il 28/12/2017; precedentemente la sua residenza era a Roma. Ho iniziato a marzo 2018 la pratica per la richiesta di rimborso della quota sanitaria. Il mese scorso gli assistenti sociali sono venuti a fare la visita a mia madre; durante il colloquio con me mi è stato detto che, poiché mia madre prima di risiedere nella casa di cura aveva residenza in altra regione è quella regione a dover fare la valutazione (cosa che a marzo non mi era stata detta, nonostante avessi detto che mia madre prima risiedeva a Roma). E' vero?
ho letto su internet una sentenza di cassazione (19353 del 3/8/17) che impone alla regione di residenza attuale il pagamento della retta e sancisce il principio di universalità del Sistema Sanitario Nazionale. questo si può applicare anche al processo di valutazione?
La ringrazio.
Damiano, dalla provincia di PO

Risposta:
La pronuncia della Cassazione che menziona non è una sentenza, ma una ordinanza che rimanda al giudice di secondo grado e contiene una serie di valutazioni particolareggiate e complesse che vanno lette nell'ottica del caso concreto lì trattato. Non detta il principio che lei menziona; piuttosto specifica che il servizio sanitario è sì universale, ma l'individuazione della Asl tenuta al pagamento può variare. Non riteniamo apporti molto alla sua vicenda. Consideri in ogni caso che il tema delle prestazioni di lungodegenza per non autosufficienti è molto complesso, in ragione delle diverse discipline regionali. In linea di massima vige il principio per cui la Asl tenuta al pagamento è quella di residenza ultra biennale (nel suo caso Roma, quindi). Ma una cosa è il soggetto tenuto a pagare, altra è l'individuazione del soggetto che può autorizzare l'inserimento, che è invece - riteniamo - la questione che si pone nel suo caso, e che necessita di un esame approfondito che le suggeriamo di richiedere ad un legale di sua fiducia.
 
 
LETTERE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori