testata ADUC
Componente aggiuntiva Isee socio sanitario residenze
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
3 settembre 2019 0:00
 
Buongiorno, vorrei sapere se il figlio non convivente ha l'obbligo di consegnare i propri dati reddituali e patrimoniali ai Servizi Sociali e quali sono le conseguenze se non li consegna, a parte ovviamente l'impossibilità di richiedere l'Isee socio sanitario residenze per il genitore. Ho spiegato che mi ritengo estraneo alla situazione economica dei miei genitori a causa di ingenti perdite economiche subite in passato per causa loro. Gli assistenti sociali si limitano a fare la morale senza sapere nulla dei rapporti esistenti tra genitori e figli; non tutte le situazioni sono rosee e per così dire "da manuale" ma andrebbero approfondite prima di giudicare.
Da quanto letto nella vostra scheda esplicativa il figlio non è obbligato a consegnare il proprio Isee se non per sua spontanea volontà, tuttavia i Servizi Sociali mi stanno perseguitando da mesi, arrivando a farmi convocare presso la sede della Polizia Locale. Per questo vorrei sapere se rischio conseguenze di natura penale e se esiste un sistema per mettere fine a questa persecuzione.
Ivan, dalla provincia di PV

Risposta:
se ha già letto la ns. scheda avrà desunto che non c'è obbligo alcuno per i figli di contribuire alla quota sociale, se non quello morale e spontaneo. Se le arrivano richieste tramite PEC o racc.te a/r può diffidare il mittente facendo presente la normativa delle RSA. Nella risposta si faccia valere con una lettera raccomandata A/R o PEC di diffida:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php
 
 
LETTERE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori