testata ADUC
Aumento retta ricovero RSA
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
17 novembre 2018 0:00
 
Buongiorno, mia madre affetta da alzheimer è ospite di una struttura rsa da 4 anni con una retta di 1250/1300e mensili a carico dei famigliari. Oggi vengo contattato dagli amministratori della struttura che mi informano che da 1/2019 la retta mensile subirà un incremento di circa 160e mensili. Tutto ciò è normale visto che mia madre tra pensione sociale e invalidità raggiunge un max di 1270e? ho letto che a Monza una sentenza dice che per queste patologie è il ssn che si fa intero carico della retta? in Puglia come funziona? grazie
Luca, dalla provincia di LE

Risposta:
non ci dice se sua madre è ricoverata privatamente o con compartecipazione alla spesa da parte del servizio sanitario. Nel primo caso, non può pretendere nulla, anzi le suggeriamo di chiedere ai servizi sociali l'inserimento tramite loro per poter ottenere il pagamento (parziale o tatle) a carico della Asl. Nel secondo caso, consideri che la sentenza alla quale fa riferimento non prevede che tutti i malati di Alzheimer abbiano diritto al pagamento della retta a totale carico del servizio sanitario; prevede invece che quando le prestazioni erogate consistano in prestazioni di elevata integrazione sanitaria siano a carico del servizio sanitario. Non si può prescindere, cioè, da una valutazione medico legale dell'intensità delle cure prestate.
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori