testata ADUC
Viaggio di gruppo
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
12 marzo 2020 20:39
 
Buongiorno. A novembre è stata organizzata una gita a gardaland per genitori e
bambini delle due quinte elementari della scuola frequentata da mia figlia. Da tramite fra partecipanti e agenzia hanno fatto un genitore e una maestra. La scuola però non è organizzatrice del viaggio. La maestra ha agito a titolo personale. Ha riscosso i due acconti e ci ha fornito il programma del viaggio. La partenza è prevista per il 25/04 e rientro il 30/04. Alcuni di noi, dopo la decisione del governo di annullare le gite, hanno deciso di recedere. La maestra e il genitore hanno trovato dei subentranti. L’agenzia sostiene che:
1) se non riceve le quote dei subentranti Ci rimborserà solo dopo la restituzione, da parte del tour operator, dei soldi versati per i servizi che ha prenotato;
2) la nostra non è una gita scolastica (nonostante siano presenti alunni e genitori di due classi) e che pertanto non rientra nel divieto di fare gite;
3) non è obbligata a stipulare alcun contratto scritto per i viaggi perché ci si basa solo sulla fiducia.
Potreste darmi urgentemente un aiuto in merito, al fine di risolvere il problema del rimborso prima possibile?
Vi ringrazio
Cordiali saluti
Bruna, dalla provincia di SS

Risposta:
avete diritto ad annullare il viaggio ed avere indietro tutti i soldi. Le disposizioni del governo sono molto chiare ed esplicite!
Qui le nostre indicazioni: https://www.aduc.it/comunicato/coronavirus+diritti+consumatori+cosa+come+fare_30693.php
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori