testata ADUC
2 miliardi e mezzo di abitanti in più nelle città del 2050
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
18 maggio 2018 14:02
 
 Tra dieci anni, New Delhi levera’ a Tokyo il titolo di citta’ piu’ popolosa al mondo, che la metropoli giapponense conserva dalla meta’ degli anni 1950. La citta’ indiana contera’ allora qualcosa come 39 milioni di abitanti -10 milioni in piu’ di oggi- , mentre Tokyo avrà solo 37 milioni di abitanti. Questo cambiamento di gerarchia non e’ che uno dei numerosi scombussolamenti dovuti alla rapida urbanizzazione di una parte del Pianeta, secondo uno studio delle Nazioni Unite diffuso il 16 maggio.
Il numero di cittadini e’ gia’ passato dai 751 milioni nel 1950 ai 4,2 miliardi del 2018. E la mobilita’ e’ ben lungi dal terminare. Oggi la percentuale di popolazione urbana e’ del 55, e diventera’ del 68 nel 2050, secondo le proiezioni demografiche dell’ONU. A meta’ del secolo, le citta’ avranno 2,5 miliardi di aitanti in piu’ rispetto ad oggi. Una crescita che al 90% riguarderà Africa ed Asia. Piu’ precisamente, solo tre Paesi concentreranno piu’ di un terzo di questa esplosione urbana: India, Cina e Nigeria. La prima dovra’ essere in grado di assorbire 416 milioni di cittadini in piu’, la seconda 255 milioni, il gigante africano 189 milioni.
Moltiplicazione delle bidonville
Se l’Europa, le due Americhe e l’Oceania sono gia’ essenzialmente urbanizzate, il tasso di popolazione che vive in citta’ e’ solo il 50% in Asia e il 43% in Africa. In questi due continenti, la crescita di popolazione e l’esodo rurale si coniugano per far ingrossare le citta’ ad un ritmo che le autorita’ hanno difficolta’ a seguire. Di conseguenza, ci sara’ una galoppante moltiplicazione delle bidonville, con gravi rischi sanitari, sociali ed ambientali. La difficolta’ e’ pertanto maggiore rispetto alla media di questa urbanizzazione poiche’ avviene in delle citta’ medie, poco attrezzate per prevenirla. Circa la meta’ della popolazione urbana del Pianeta vive in citta’ di meno di 500 mila abitanti.
Oggi 33 megalopoli vanno gia’ oltre i 10 milioni di abitanti, e dovrebbero diventare 43 entro il 2030, 15 delle quali andranno oltre i 20 milioni. In questo contesto, Dacca (Bangladesh) raggiungera’ 31 milioni di abitanti, Il Cairo (Egitto) ne contera’ 29 milioni, Bombay (India) e Kinshasa (Repubblica Democratica del Congo) avranno 27 milioni di residenti ognuna, Lagos (Nigeria) 24 milioni, Karachi (Pakistan) 23 milioni… L'area meropolitana di Parigi, ancora al 26mo posto della classifica delle 30 citta’ più grandi nel mondo nel 2015 coi suoi 11 milioni di abitanti, sara’ scomparsa dalla classifica nel 2025.
Parallelamente, la popolazione delle campagne, che ha visto una crescita moderata dal 1950 per attestarsi a 3,4 miliardi, avra’ un picco da qui a qualche anno prima di declinare a 3,1 miliardi di abitanti nel 2050.

(articolo di Grégoire Allix, pubblicato sul quotidiano Le Monde del 18/05/2018)
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori