testata ADUC
Lotta alla pandemia coronavirus. Cani per individuare gli infetti
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
25 aprile 2020 11:49
 
 Verso una "diagnosi rapida e non invasiva" ... e con un naso umido? Un'associazione supportata da ricercatori britannici sta cercando di addestrare i cani a individuare le persone che trasportano il nuovo coronavirus, dopo diversi test riusciti con altre malattie.
"Riteniamo che i cani possano rilevare Covid-19 e che saranno in grado di vagliare centinaia di persone molto rapidamente per scoprire chi dovrebbe essere testato e isolato", ha detto all’AFP Claire Guest, fondatore e amministratore delegato della Medical Detection Dogs (Associazione dei cani per le rilevazioni mediche).

L'olfatto dei cani potrebbe controllare la diffusione del coronavirus
Nel suo centro di addestramento a Milton Keynes, nel centro dell'Inghilterra, i cani vengono addestrati a riconoscere l'odore del virus tra diversi campioni. Devono quindi riferire quando lo trovano, prima di essere ricompensati. "Abbiamo prove che i cani possono rilevare batteri e altre malattie, quindi pensiamo che questo progetto potrà portare un'enorme contributo nella capacità di controllare la diffusione di Covid-19", ha aggiunto Guest.
La sua associazione ha già addestrato i cani a rilevare il cancro, le infezioni batteriche o il morbo di Parkinson. Ha lavorato nell'ultimo mese in collaborazione con ricercatori della London School of Hygiene and Tropical Medicine (LSHTM) e dell'Università di Durham. I tre partner hanno anche contattato il governo per spiegare come il miglior amico dell'uomo potesse dimostrarsi un prezioso alleato nella lotta contro la pandemia.
L'associazione spiega che il processo sarebbe valido nche per insegnare ai cani a individuare l Covid-19. Implicherà di far loro annusare campioni e insegnare loro a riferire quando lo troveranno. I cani sono anche in grado di rilevare lievi variazioni della temperatura della pelle e potrebbero potenzialmente indicare se qualcuno ha la febbre.
 
Un approccio rivoluzionario
I cani possono annusare gli odori umani con "estrema precisione", secondo James Logan, capo del dipartimento di controllo delle malattie dell'LSHTM. Vi è quindi una "ottima possibilità" che saranno in grado di rilevare Covid-19 allo stesso modo, ha aggiunto, ritenendo che potrebbero così "rivoluzionare la nostra risposta" di fronte alla pandemia che ha già ucciso più di 17.000 persone negli ospedali britannici.
Il team si è prefissato l'obiettivo di addestrare gli animali in sei settimane, in modo che possano fornire rapidamente alle autorità sanitarie uno "strumento diagnostico rapido e non invasivo".
Una volta addestrati, i cani possono essere utilizzati per identificare i viaggiatori infetti dal virus quando entrano in Uk o vengono utilizzati in altri spazi pubblici.

(da un lancio dell’agenzia AFP – France Press del 24/04/2020)
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori