testata ADUC
Coronavirus e asili nido chiusi. Le rette non sono dovute
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Smeralda Cappetti
10 marzo 2020 10:20
 
 Stanno arrivando molte richieste di genitori che chiedono se sia possibile o meno ottenere i rimborsi per gli asili nido privati o se possano non corrispondere la retta per il periodo di chiusura delle scuole.
Per quanto riguarda gli asili nido comunali, ad esempio, il Comune di Firenze ha già previsto che non si pagheranno i servizi (retta, mense, scuola bus), per i giorni in cui l’attività didattica sarà sospesa dal decreto governativo. Le modalità con le quali avverrà il taglio delle spese saranno messe a punto nelle prossime ore, ma l’amministrazione assicura che tutti eviteranno di pagare nel periodo delle scuole chiuse.
Ognuno quindi potrà verificare sul sito Web del proprio comune cosa è o sarà previsto per gli asili pubblici.
Per quanto riguarda gli asili nido privati, c’è da fare una premessa: per qualunque servizio o prestazione non erogati, chi ha pagato ha diritto alla restituzione delle somme, altrimenti si andrebbe incontro a una situazione di indebito arricchimento da parte di chi eroga il servizio stesso. Ovviamente non si ha diritto al risarcimento del danno per inadempimento.
Pertanto,i genitori di figli iscritti ai nidi privati hanno diritto al rimborso di quanto pagato per il periodo di chiusura delle scuole, nonché il diritto a non pagare o a vedersi rimodulare la retta per il periodo di chiusura degli asili.
Auspichiamo tuttavia che a livello governativo e comunale siano previsti aiuti a sostegno di queste strutture, affinché possano nuovamente ricominciare le loro preziosissima attività non appena l'emergenza sarà passata.

Nel caso di indisponibilità da parte dei gestori degli asili privati, il primo passo è la diffida/messa in mora
 
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori