testata ADUC
 USA - USA - Staminali. Sistema immunologico del feto diverso da quello degli adulti
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
24 dicembre 2010 17:40
 
Ricercatori della sede di San Francisco dell'Universita' della California (UCSF) hanno dimostrato per la prima volta che il sistema immunologico del feto umano nasce da una fonte totalmente differente rispetto al sistema immunologico degli adulti, ed e' piu' probabile che tolleri e combatta le sostanze estranee che gli stanno intorno.
La ricerca potrebbe portare ad una migliore comprensione di come i nuovi nati rispondono sia alle infezioni che ai vaccini, e potrebbe spiegare domande come “perche' molti bimbi di madre sieropositiva all'Hiv, prima della nascita non sono infettati”, che molti ricercatori si pongono.
Nel contempo potrebbe aiutare gli scienziati a capire meglio come si sviluppano le allergie infantili, nonche' come gestire i trapianti di organi adulti. I risultati della ricerca sono pubblicati sulla rivista Science dello scorso 17 dicembre.
Fino ad oggi il sistema immunologico del feto e del bimbo sono stati considerati semplicemente come una forma immatura del sistema degli adulti, con risposte diverse dovute alla mancanza di esposizione alle minacce immuni dall'ambiente esterno. La nuova indagine ha rilevato un sistema immunologico totalmente differente nel feto a medio termine, dovuto ad un insieme completamente diverso di cellule staminali rispetto a quelle di un adulto.
“Nel feto, si e' scoperto che esiste un sistema immunologico, il cui lavoro e' insegnare al feto stesso ad essere tollerante con tutto cio' che vede, inclusa sua madre e i suoi propri organi”, dice José M. McCune, professore alla divisione di medicina sperimentale della UCSF, co-autore della ricerca. “Dopo la nascita, un nuovo sistema immunologico viene da una cellula staminale diversa che ha il compito di lottare contro tutto cio' che e' estraneo”.
L'équipe ha scoperto che il sistema immunologico del feto e' molto tollerante con le cellule estranee al proprio corpo e, inoltre, l'ipotesi che questo impedisce ai feti delle madri di rifiutare le proprie cellule durante la gravidanza, rifiutando i propri organi mentre si sviluppano. Il sistema immunologico degli adulti, viceversa, e' programmato per attaccare solo cio' che e' estraneo, permettendo al corpo di combattere le infezioni, ed e' per questo che talvolta vengono rifiutati gli organi trapiantati.
”La funzione tipica del sistema immunologico degli adulti e', quando vede qualcosa di strano, di rispondere attaccando e liberandosi di questo strano. Il sistema del feto, nel passato si pensava che non vedesse queste minacce in quanto non rispondeva ad esse”, dice Jeff E.Moldes, l'altro co-autore. “Invece abbiamo scoperto che queste cellule del sistema immunitario del feto sono molto attente verso qualcosa di estraneo ma, invece di attaccarlo, consentono che il feto lo tolleri”.
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori