testata ADUC
Le renne diminuiscono di peso per colpa del riscaldamento climatico
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
12 dicembre 2016 8:34
 
 La British Ecological Society (BES) ha presentato oggi le conclusioni di uno studio secondo il quale le renne dell’arcipelago norvegese delle Svalbard “sono diventate piu’ piccole e piu’ leggere”. Un’evoluzione legata al riscaldamento climatico, secondo gli autori dello studio.
“In sedici anni, il peso delle renne adulte e’ diminuito del 12%, passando da 55 chili per quelle che sono nate nel 1994, a poco piu’ di 47 chili per quelle nate nel 2010”, fa sapere un comunicato della BES; l’organizzazione tiene in questo momento il suo congresso annuale a Liverpool (UK).
L’Istituto James Hutton in Scozia, l’Istituto norvegese di ricerca sulla natura e l’Universita’ norvegese di scienza della vita, hanno formato un’équipe per misurare e pesare, dal 1994, le renne che vivono su questo arcipelago vicino al Polo Nord. Ogni inverno, hanno catturato, marcato e pesato degli animali dell’eta’ di dieci mesi, ed hanno continuato a misurare e pesare queste diverse generazioni una volta che sono diventate adulte.
Animali affamati
Il riscaldamento climatico e’ messo in causa perche’ degli inverni piu’ caldi implicano piu’ pioggia. Una volta cascata su dei terreni ricoperti di neve, la pioggia gela e impedisce alle renne di brucare. “Le renne sono affamate, e quindi i loro piccoli nascono ogni giorno piu’ leggeri”, secondo lo studio.
La popolazione di renne non e’ pero’ diminuita. Da venti anni essa e’ raddoppiata. Piu’ renne comporta che sia piu’ cibo da condividere, e questo potrebbe anche spiegare il calo del peso medio di questa popolazione.
A novembre, un altro studio concludeva che anche le piogge ghiacciate minacciavano la sopravvivenza delle renne di Siberia, privandole di cibo.

(da un lancio dell'agenzia France Press - AFP del 12/12/2016)
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori